SCOPRIRE LA NORVEGIA DEL SUD IN ESTATE

SCOPRIRE LA NORVEGIA DEL SUD IN ESTATE

Maggio 24, 2018 0 Di wp_9114539

Visitare la Norvegia in estate rappresenta un’esperienza unica a contattato con la natura incontaminata che vi consentirà di ammirare da vicino i magnifici fiordi.

Il consiglio è quello di prenotare un volo a/r per Oslo e, una volta atterrati nella capitale norvegese, prendere un’auto a noleggio ed organizzare un tour in completa autonomia, seguendo i vostri ritmi. Le strade sono ben tenute sia lungo la zona costiera che nell’entroterra dove potrete incontrare greggi di pecore e capre che pascolano liberamente e sentirvi  veri “abitanti” del posto e non semplici turisti.

Eccovi di seguito un itinerario tipo di qualche giorno, adatto anche per chi viaggia con bambini:

GIORNO 1

In base all’operativo voli ritiro dell’auto in aeroporto ed arrivo a Oslo. Visita del centro città, del Palazzo Imperiale e dei giardini poi cena in uno dei locali lungo il porto. Chi cerca un po’ di tranquillità e “ristoro” potrà riservare qualche ora alla visita del Parco Vigeland (o Parco delle sculture), un “polmone” verde all’interno della città dedicato all’esposizione permanente di sculture, bassorievi ed opere in ferro battuto.

GIORNO 2

Norsk Folkemuseum

Visita della Galleria Nazionale che ospita una delle quattro copie dell’Urlo di Munch quindi escursione sulla penisola di Bygdøy per trascorrere alcune ore all’insegna del divertimento. Qui vi aspetta il celebre Norsk Folkemuseum, interamente all’aperto, che ripercorre la storia della Norvegia con l’ausilio di fedeli riproduzioni di abitazioni, usi e costumi di un tempo che fu.  In loco troverete anche altri musei degni di nota quali il museo Kon-Tiki, il museo Fram e il Museo delle navi vichinghe.  In serata, al tramonto, è consigliata un’escursione in barca lungo il Fiordo di Oslo per ammirare il fenomeno del sole di mezzanotte che raggiunge il suo apice tra la metà di giugno e i primi di luglio.



GIORNO 3

Lasciatevi alle spalle la città di Oslo e puntate dritto verso Stavanger, famoso porto e tappa fissa di numerosi itinerari compiuti dalle navi da crociera. Il trasferimento in auto è abbastanza lungo, circa 7 ore pertanto potrete appofittarne per concedervi una tappa intermedia a Kristiansad (città universitaria), alla spiagge di Mandal, oppure al suggestivo Faro di Lindesnes, il tutto lungo la costa. Se, invece, desiderate percorrere tappe nell’entroterra potrete fermarvi a Heddal (appena 2 ore da Oslo) per ammirare la Heddal Stave Church interamente in legno e risalente al XIII secolo. Proseguendo verso Stavanger potrete fermarvi a pernottare nei pressi di Hovden in una delle numerose strutture stile “lodge” immerse nella natura e ripartire l’indomani; in questo caso dovrete conteggiare una giornata in più.

GIORNO 4

Da Stavanger organizzate una bella escursione combinata lungo il Lysefjord. Ammirate dapprima il fiordo in nave quindi spostatevi nei pressi del villaggio di Forsand e partite alla scoperta del cosidetto Preikestolen (o pulpito): una falesia di granito alta oltre 600 metri che termina a strapiombo proprio sul Lysefjord. Per raggiungere la sommità del Preikestolen e ritrovarvi sul migliore punto panoramico dovrete conteggiare all’incirca 4 ore di trekking: 2 per l’andata ed altrettante per il ritorno ma lo spettacolo di cui godrete ripagherà indubbiamente la fatica.  In serata, rientrati a Stavanger, concedetevi una passeggiata ed una cena ristoratrice in uno dei localini che costeggiano il porto.

GIORNO 5

Ritornate verso Oslo soffermandovi lungo le tappe tralasciate durante il viaggio di andata oppure dirigetevi verso Bergen per concedervi ancora qualche giorno di tour. Dall’aeroporto di Bergen, con un volo interno operato da Norwegian Airlines, potrete ritornare a Oslo Gardermoen e di qui ripartire alla volta dell’Italia.



PARLIAMO DI PREZZI…

La Norvegia non è economica ma con i giusti accorgimenti è comunque possibile godersi qualche giorno di relax in un paese in cui la natura la fà da padrona e ci si sente quasi proiettati in un altro mondo ad appena poche ore di volo da casa.  Di seguito alcuni riferimenti:

  • Voli: se vi muovete con il giusto anticipo potrete trovare un volo a/r a meno di 200 €. La compagnia Norwegian Airlines offre ottimi collegamenti a prezzi ragionevoli.
  • Auto a noleggio: circa 50 – 60 euro al giorno, incluso guidatore aggiuntivo ed estensione assicurativa per eliminare la franchigia minima in caso di danni.
  • Benzina: prezzi uguali a quelli italiani, le differenze sono nell’ordine di qualche centesimo
  • Alloggio: Hotel e B&b costano di più che in Italia di un buon 20%. Scegliere un alloggio che includa la colazione vi eviterà brutte sorprese al momento del conto.
  • Pasti: i prezzi dei menù che vedrete esposti non sono “finiti”, ma dovrete aggiungere una quota di tasse  (pressoché uguale all’Iva italiana) ragion per cui potreste  pagare 30 – 40 euro a persona per una portata principale ed una birra. La soluzione migliore è un panino a pranzo ed un piatto caldo per cena magari optando per una sostanziosa zuppa che certamente soddisferà sia palato che portafogli.